salta la barra


Comune di Prato

 indietro
Biblioteca Lazzerini

Collezioni antiche e speciali

Fondo Meoni





Il fondo

La biblioteca privata dello scrittore pratese Armando Meoni (1894-1984) si è aggiunta al patrimonio librario della Biblioteca comunale Lazzerini ed è stata raccolta omogeneamente nell'omonimo fondo nel 1980.
è costituita da 7500 unità fra volumi, opuscoli e riviste, per la maggior parte a carattere letterario.
Molte opere sono di autori italiani ed europei e sono state acquistate personalmente da Meoni, ma ad esse se ne sommano altre di particolare pregio a lui donate da altri scrittori.
Il catalogo Xenia: dediche d'autore nei fondi della Biblioteca comunale di Prato, pubblicato nel 1994 all'interno della collana Studi e documenti, ha censito tra le altre tutte le dediche autografe del Fondo Meoni.
I nuclei più significativi della raccolta sono:
libri di autori italiani della prima metà del Novecento
testi in francese, testimonianza del soggiorno parigino
opere di teatro, raccolte di drammi e commedie della fine del '700 e dell''800
riviste di cultura letteraria, in cospicue raccolte di annate perlopiù complete
l'insieme degli articoli scritti da Meoni come collaboratore di quotidiani ed altri periodici quali Il Giornale nuovo di Firenze, il settimanale La lupa, La Nazione, Il Messaggero, Il Resto del Carlino.

Il catalogo del fondo

Sul catalogo della Biblioteca Lazzerini è possibile selezionare il fondo Meoni dal menu a tendina "Fondi e sezioni".

Chi era Armando Meoni?

Nato nel 1894, morì a Prato il 23 novembre 1984. Il suo primo romanzo, Creare, è del 1933.
Seguirono varie altre opere, molte delle quali tradotte in Europa e in America, tra le quali: La Cintola (1937), Povere donne(1943), Il dono segreto (1946), La ragazza di fabbrica(1951).
Dagli anni '70 fu più esplicito il suo interesse per la città natale che si manifestò in varie pubblicazioni: Prato ieri (1971), Prato viva (1975), La mano di Prato (1979), La città nel salvadanaio (1980).

Nel 1980 la Biblioteca Lazzerini ha acquisito la collezione libraria privata dello scrittore, istituendo il Fondo Meoni.
Anche in virtù di questa acquisizione la Lazzerini nel 1994 ha dedicato allo scrittore, nella rassegna Armando Meoni 1894-1994: un centenario e un decennale, alcune occasioni di riflessione: una mostra bibliografica, una mostra fotografica, una giornata di studi.



Ultimo aggiornamento: 19.02.2013
 indietro inizio pagina